FONDAZIONE FRIULI  - quinta edizione del bando "Assistenza anziani 2017”

LEGGI L'ARTICOLO

Carissimi tutti,

 è con grande tristezza che vi devo comunicare che tre nostri ospiti positivi al virus Covid-19, sono deceduti; due di loro erano ricoverati in ospedale. 

Le nostre più sentite condoglianze alle loro famiglie e ai loro cari.

La situazione attuale è di 8 ospiti positivi in Asp e di 9 operatori risultati positivi, di cui uno guarito.

In questi giorni ci siamo tutti molto impegnati per cercare di creare le condizioni di massima sicurezza possibile per ospiti e operatori, considerando anche la logistica della struttura e i dispositivi di protezione individuale a disposizione che purtroppo scarseggiano e sono molto difficili da reperire.

È stato creato un reparto infetti dedicato agli ospiti positivi ed è stato individuato un gruppo di operatori che se ne occupa in via continuativa per implementare le competenze necessarie all'assistenza assieme al personale medico (dottor Bigotto e dottor Facca), e per razionalizzare l'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale. Questi operatori hanno volontariamente chiesto di rimanere in struttura per evitare il rientro al domicilio, per cui sono stati attrezzati gli spazi nel centro Alzheimer, disponibili grazie alla temporanea sospensione delle attività, per consentire loro di abitare lì per il tempo che si renderà necessario.

A loro va riconosciuto il massimo onore per aver fatto questa scelta.

La ricerca di dispositivi di protezione individuale è un'impresa ardua che ci vede impegnati da oltre 2 settimane molte ore al giorno, per questa ragione dovendo razionalizzarne l'uso, si è reso necessario interrompere il servizio di chiamate esterne; essendo in attesa degli esiti dei controlli sugli ospiti e sugli operatori non è possibile sapere chi è positivo e chi quindi può contagiare l'altro durante la chiamata o la videochiamata assistita dall'operatore. Sarà ripristinata appena possibile.

Per tutelare gli ospiti della struttura sono state definite tutta una serie di misure per contrastare la diffusione del virus, evitando tra l'altro momenti di assembramento anche tra di loro, che devono mantenere come tutti, le necessarie distanze. 

Speriamo che la vita normale dell'Asp possa riprendere al più presto!

Sono circostanze nuove, che ci colgono indubbiamente in difficoltà, ma ci stiamo tutti impegnando al massimo delle nostre possibilità.

Corre l'obbligo di ringraziare di cuore tutti coloro che ci stanno aiutando: l'Azienda Sanitaria, la Protezione Civile, il Sindaco e l'Assessore Butà, nonché la Casa di Riposo Comunale di Mortegliano e l'Asp di Latisana.

Un ringraziamento speciale lo voglio fare a tutti coloro che hanno lavorato e stanno lavorando in ASP in questi giorni, infermieri, OSS, il personale delle pulizie, gli animatori, i manutentori, i fisioterapisti e gli amministrativi, ed in particolare alla dott.ssa Carla Papparotto, Direttore dell'area sanitaria e socio-assistenziale ed a Lilla Horvath, Coordinatore di Consorzio Blu che ci sta aiutando in maniera straordinaria fornendo servizi e risorse necessarie.

Tiziana Bonardi

Il progetto europeo è realizzato

con il sostegno di